GOOD NEWS 13: Avio si prepara all’incontro con l’astronauta Samantha Cristoforetti

La Scuola Secondaria di Primo Grado è stata coinvolta nell’evento ARISS – Collegamento Radio in orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale con l’astronauta Samantha Cristoforetti, tramite i radioamatori dell’associazione Mindshub di Ala.

A tale evento parteciperanno 50 studenti della nostra scuola che hanno la possibilità di interagire con Samantha Cristoforetti in orbita sulla Stazione spaziale internazionale (Iss). Il progetto, di cui l’UNICEF Italia è il partner principale, è patrocinato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e rientra nel programma educativo congiunto dell’ESA – Agenzia Spaziale Europea e dell’ASI, promosso in occasione della missione Minerva di Samantha Cristoforetti. Si chiama ARISS e vede coinvolte le scuole e le associazioni internazionali di radioamatori che hanno sottoscritto un accordo con l’Agenzia Spaziale Italiana ed Europea.

L’associazione ‘’Il Cielo Itinerante’’, che si propone di avvicinare bambini e ragazzi allo studio delle STEM, si sta muovendo con il suo pullmino in tutta Italia. Il suo tour durerà sei mesi e toccherà solo 50 Comuni in tutte le Regioni italiane. E’ stato proprio Avio la prima tappa itinerante del tour e l’unica nella nostra regione nella quale è cresciuta l’astronauta ormai famosa in tutto il mondo,

Per la preparazione all’evento, martedì 26 aprile la nostra scuola ha ospitato gli educatori dell’associazione che hanno incontrato i ragazzi coinvolti per introdurli nel nuovo ed affascinante mondo degli astronauti e per permettere loro di sperimentare questa nuova esperienza con una buona preparazione e le dovute conoscenze di base.

L’incontro è stato entusiasmante per i ragazzi che sono stati chiamati a mettersi in gioco, in piccoli gruppi, per sperimentare il più possibile in prima persona come ci si trova a vivere sulla stazione spaziale internazionale.

Grazie a diversi semplici test, giochi di memoria e di abilità, laboratori creativi, i ragazzi hanno messo alla prova le proprie competenze: sapersi orientare nello spazio-tempo, saper riconoscere e gestire segnali di vario tipo (diversi avvisi, allarmi provenienti dall’ambiente), saper intervenire in caso di guasti all’apparecchiatura in dotazione, sapersi muovere in modo adeguato in situazioni più o meno di emergenza.

Sicuramente non potranno pensare di essere già diventati astronauti, ma potranno dire quanto sia stato interessante vivere personalmente un’esperienza così verosimile nell’attesa di incontrare presto, in collegamento radiofonico, AstroSamantha.