GOOD NEWS 17: Prima Classe. Destinazione futuro

Si è appena concluso un interessante progetto di Educazione alla Cittadinanza che ha interessato le classi quinte dell’Istituto. Si è trattato del progetto “Prima Classe. Destinazione futuro” ideato dal consorzio Consolida in collaborazione con la Provincia Autonoma di Trento e con il fondamentale sostegno economico del consorzio Sait e di diverse cooperative del territorio trentino. I laboratori e le esperienze proposte hanno contribuito all’approfondimento dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Il percorso didattico seguito dai ragazzi delle quinte intitolato “La mia Comunità” ha permesso lo sviluppo nello specifico di tre obiettivi: il numero 4 “Istruzione di Qualità”, il numero 11 “Città e comunità sostenibili” e il 15 “Vita sulla Terra”.

Tale progetto ha contribuito in modo significativo a sviluppare le competenze di Educazione alla Cittadinanza previste nel biennio di passaggio alla Scuola Secondaria di primo grado, in particolare la competenza riguardante l’importanza di riconoscere le organizzazioni che regolano i rapporti tra i cittadini a livello locale.

Il percorso, organizzato con la preziosa collaborazione della dott.ssa Magda Pizzini, psicologa della Cooperativa Sociale “Il Ponte” di Rovereto, ha previsto due uscite sul territorio per conoscere alcuni enti locali, i Vigili del Fuoco ed il Comune e si è concluso con un incontro finale a scuola.

Nel mese di dicembre si era svolta la visita presso la Cantina Sociale con l’intervento del suo direttore Matteo Mattei che aveva coinvolto i ragazzi nella scoperta dell’importante ruolo svolto dalla Cooperazione. Nei mesi di aprile e maggio sono invece stati presentati due dei principali attori della comunità dove opera l’Istituto Comprensivo: il sistema del soccorso e il Comune, inteso come luogo di servizi oltre che di decisioni legislative. Lo scopo, attraverso visite guidate, è stato quello di sottolineare come in tutte le comunità siano importanti i valori della responsabilità, della sussidiarietà e della solidarietà che sono alla base di una cittadinanza sana e attiva. Al termine di tutti questi appuntamenti si è svolta una riunione conclusiva per aiutare gli studenti ad elaborare quanto vissuto.

Durante la visita alla caserma dei Vigili del Fuoco, che si è svolta nel mese di aprile, gli alunni hanno avuto la possibilità di vedere tutti gli ambienti e i mezzi utilizzati per svolgere questo prezioso servizio. La disponibilità e l’abilità del comandante Franco Rudari, assieme agli altri volontari, hanno catturato costantemente l’attenzione degli studenti. I comandante ha saputo infatti spiegare e mostrare concretamente ai ragazzi le attività di aiuto e soccorso, le attrezzature usate e le implicazioni emozionali che questo servizio comporta: il loro entusiasmo era davvero contagioso!

Nel mese di maggio i ragazzi hanno avuto modo di recarsi in Comune per svolgere insieme al consigliere Daniele Campostrini un gioco a quiz intitolato “Chi vuole essere sindaco?”. Ciò ha permesso loro di conoscere il territorio comunale, la sua struttura e come opera a beneficio della comunità, ma soprattutto di imparare attraverso il gioco di squadra e di aiuto reciproco. Successivamente gli alunni hanno potuto visitare gli uffici comunali per scoprire in prima persona in quali spazi precisi si svolga il lavoro di guida ed amministrazione della loro comunità.

Il percorso si è poi concluso a scuola con un’attività di gruppo: ognuno è stato coinvolto nell’esposizione di ciò che aveva compreso e che più lo aveva colpito.

Un sentito grazie da parte dei ragazzi a tutti coloro che hanno contribuito a rendere questo progetto così coinvolgente.