GOOD NEWS 19: AstroSamantha risponde ai ragazzi di Avio “Eccomi sono pronta…”

“Sabato 28 maggio è stato sicuramente uno di quei giorni vissuti a scuola che difficilmente dimenticheremo” così devono aver pensato molti ragazzi della SSPG di Avio dopo aver assistito, personalmente nell’Aula Magna e via meet nelle proprie aule, alla connessione audio con l’astronauta Samantha Cristoforetti in orbita ad una distanza di 400 chilometri sopra le nostre teste.

Il contatto con la stazione spaziale internazionale (ISS) quella mattina è stato reso possibile grazie ad un ponte radio con John, radioamatore del Sudafrica, che i ragazzi hanno potuto vedere ed ascoltare con interesse mentre spiegava loro gli ultimi dettagli del collegamento.

Davanti ai ragazzi, intanto, stavano lavorando alacremente tra antenne, telecamere, microfoni ed apparecchiature varie, i giovani di Mindshub, l’associazione di Ala che ha realizzato un sogno che fino a qualche mese fa sembrava dovesse rimanere tale.

La voce squillante della tanto ammirata astronauta di origini trentine non sembrava affatto pervenire da così lontano e la sua disponibilità ed allegria hanno subito contagiato tutti, tranquillizzando i ragazzi pronti a porle le proprie domande piene di curiosità.

Pian piano la grande emozione e la tensione che si coglievano nell’aula silenziosa e che stavano toccando tutti tra studenti, docenti ed autorità presenti al grande momento, andavano via via scemando.

L’attenzione era puntata esclusivamente sulle domande che gli studenti avevano l’onore di porre ad AstroSamantha in persona e che venivano scandite dalla parola “OVER”, quasi un mantra che indicava il termine della domanda in attesa della pronta risposta terminata a sua volta nello stesso modo, per lasciare spazio così alla seguente.

Sembrava a tutti impossibile sentire come l’astronauta, occupata in ben altri incarichi, potesse rispondere velocemente ed in maniera semplice e tranquilla ad ogni domanda che spaziava negli argomenti più disparati, qualcuna più tecnica ed altre relative alla vita quotidiana.

Per nessun quesito Samantha Cristoforetti ha mai mostrato incertezze, ha anzi risposto sempre con competenza ed entusiasmo, chiamando perfino per nome alcuni degli studenti che si presentavano prima di porre la propria domanda.

Il collegamento è stato certamente vissuto con orgoglio e come un privilegio dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Avio, selezionato per il collegamento solo con altre 6 scuole in tutta Italia, ed ha permesso loro di sentire l’astronauta conosciuta in tutto il mondo, impegnata ora nella missione Minerva che la terrà nello spazio oltre cinque mesi.

Al termine del collegamento, prima del ritorno degli studenti in classe, il Dirigente si è rivolto a loro ricordando come l’astronauta possa essere un esempio per tutti, ragazze in primis, dimostrando con i suoi grandi successi che con volontà, determinazione e impegno si possono raggiungere anche gli obiettivi più insperati e che il compito della Scuola è quello di far vivere loro il maggior numero di esperienze affinché possano scoprire i propri talenti per poi tracciare la propria rotta nella vita.