TU SEI

Dopo la firma della convenzione tra scuola e azienda nell’inverno 2019-2020 e dopo la sospensione delle attività causate dal Covid-19, nei giorni 9 e 16 novembre 2020 ha preso concretamente avvio il Progetto TU SEI con il coinvolgimento di FALCONERI s.r.l., nella persona del Responsabile dello stabilimento e quartier generale dell’azienda di Avio, ingegnere Stefano Modena. E’ stato un momento davvero significativo: incontrando le classi 1^ e 2^ l’ing. Modena ha proposto delle riflessioni sulla realtà aziendale aviense: in questa realtà si dispiega infatti il “sogno”, ovvero la “mission”, del brand che fa parte con sempre maggiore successo di mercato del gruppo Intimissimi-Calzedonia. Con i suoi 120 negozi nel mondo, di cui 80 in Italia, Falconeri si sta infatti ritagliando uno spazio importante all’interno della sartoria di qualità, grazie al tentativo di rendere economicamente accessibile ad una più estesa platea di clienti il vello della capra “hircus”, che, come spiegato dall’Ingegnere, vive solo in Mongolia e da cui si ricava il filato naturale del cashmere. Alle interessate domande degli studenti l’ing. Modena ha spiegato che era stato fatto un tentativo di inserire queste specifiche capre nell’habitat montano della località Piagù, ma che il clima mite ha reso impossibile lo sviluppo di questa peculiare parte di pelo: il cashmere è infatti il prodotto dello strato più interno del vello di questa capra, che agendo come ottimo isolante termico naturale garantisce quel calore che, unito alla sua morbidezza, contraddistingue il cashmere dalle altre lane. Spiegando il concetto di “azienda verticalizzata” l’ing. Modena ha poi esemplificato le aree aziendali operative ad Avio: tutti i prodotti Falconeri passano infatti da qui prima di raggiungere il mondo. Ad Avio c’è infatti il reparto di progettazione che disegna le collezioni, l’importante laboratorio del controllo della qualità dei tessuti, il reparto produzione dei capi (che poi vengono affinati per determinate lavorazioni in altri stabilimenti del gruppo in Italia o all’estero), la logistica, l’amministrazione. Sono stati poi utili le riflessioni economiche sul ruolo della domanda e dell’offerta, sul costo delle materie prime, sul ruolo ed il crescente successo del negozio “online”, sulla funzione importante della meccatronica nella gestione dei telai e ancora le suggestioni sui viaggi che il personale specializzato di Falconeri compie ogni anno in Mongolia per contrattare il prezzo del cashmere con i mediatori locali che trattano direttamente con i pastori.
Il progetto proseguirà nelle prossime settimane: ogni classe incontrerà un referente di un’area aziendale e lo intervisterà per realizzare una presentazione da condividere con le altre classi che, a loro volta faranno lo stesso con altri referenti di reparti differenti. Così tutti gli studenti avranno un’idea chiara del complesso mondo e delle differenti competenze necessarie a creare un team di successo in un’azienda.
Nel frattempo, per le classi seconde, sarà avviato il percorso pomeridiano all’interno della attività facoltative opzionali: in questo laboratorio di Project Work gli studenti, conosciuta la realtà Falconeri, guidati dalla prof.ssa Zandonatti, progetteranno e realizzeranno un prodotto da sottoporre all’azienda. Le classi prime invece avranno il compito di ingegnarsi per realizzare il logo attraverso un contest di opere realizzate a gruppi e che vedranno la votazione di tutta la scuola tramite Moduli Google dell’opera più rappresentativa del progetto. 
Le discipline scolastiche poi utilizzeranno il canale aperto con il Progetto TU SEI per inserire nella programmazione approfondimenti legati a tematiche tangenti alla realtà aziendale.
Per ora vogliamo già rivolgere un ringraziamento all’ing. Modena per aver condiviso la sua passione con noi, oltre che per la sua grande competenza e per la disponibilità: è stato infatti in grado di rendere accessibili e ben comprensibili temi molto complessi, svelando un’inaspettata competenza di ottimo docente!